Continua a crescere il mercato europeo

Continua a crescere, per il ventiseiesimo mese consecutivo, il mercato auto europeo. Pur, in buona evidenza, con un ritmo rallentato, visto e considerato che ad ottobre le immatricolazioni sono state 1,144 milioni, in aumento del 2,7 per cento rispetto allo stesso periodo 2014, ma contro il +9,8 per cento fatto registrare a settembre. Nonostante la flessione, da più parti arrivano liete le valutazioni degli analisti, secondo cui con questo passo il Vecchio Continente dovrebbe chiudere l’anno vicino a quota 14 milioni di immatricolazioni.

Sorride, ancora una volta, Fiat Chrysler, la cui prestazione è migliore di quella del mercato: le 70.500 immatricolazioni valgono infatti un balzo in avanti del 7,7 per cento, e fanno salire la quota complessiva al 6,2 per cento.

In ambito territoriale, a trainare le vendite nei 28 Paesi Ue più i tre dell’Efa (Islanda, Norvegia e Svizzera) sono soprattutto l’Italia, dove l’incremento è dell’8,6 per cento – e la Spagna (+5,2 per cento), seguite da Germania ( + 1,1 per cento) e Francia (+1 per cento). In flessione invece il Regno Unito, dove il calo è dell’1,1 per cento, dopo una striscia record di 43 mesi consecutivi.

Delude, come era prevedibile, Volkswagen: il gruppo tedesco chiude con un calo dello 0,8 per cento e, prevedono gli osservatori citati dal “Financial Times”, nelle prossime settimane l’impatto potrebbe essere ancora più duro.

Tornando a FCA, oltre all’Italia (+10,8 per cento in ottobre e +16,8 per cento nei dieci mesi), le immatricolazioni del gruppo condotto dall’ad Sergio Marchionne e presieduto da John Elkann sono aumentate in misura considerevole in Germania (+7,5 per cento da gennaio a ottobre), in Francia (+5,5 per cento nel mese e +12,8 per cento nei dieci mesi), nel Regno Unito (+6,2 per cento nel mese e +4,3 per cento nel progressivo ) e in Spagna (+16,9 per cento a ottobre e +27,7 per cento nei primi 10 mesi del 2015). Sui singoli brand, molto bene il marchio Fiat (+8,6 per cento) con Panda e 500 ai vertici del segmento A. Ottimo anche il trend di Jeep, che grazie all’uscita del Renegade ha ottenuto una crescita mensile che oggi sfiora il 70 per cento.

Per quanto infine concerne le altre marche, a ottobre prestazioni sicuramente negative per Peugeot (-1,5 per cento), Renault (-0,4 per cento) e Opel (-2,5 per cento), mentre Ford (+1,8 per cento) chiude in un lieve terreno positivo. Nel mercato premium rialzo deciso e in doppia cifra per Bmw (+12,8 per cento) e Mercedes (+10,8 per cento).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *