Bonus lavoro, tutti i benefit in scadenza al 31 dicembre

Il 31 dicembre è sempre più vicino e, con esso, anche le scadenze dei bonus lavoro. In tale data scadrà infatti il bonsu per le assunzioni degli iscritti alle liste di mobilità, che prevede una contribuzione Inps pari al 10 per cento, per un massimo di 12 mesi nel caso di assunzione a termine e ulteriori 12 mesi nell’ipotesi di trasformazione a tempo indeterminato, in aggiunta al 50 per cento per ogni mensilità, dell’indennità di mobilità che sarebbe spettata al lavoratore per massimo 12 mesi.

Scade altresì il bonus per le assunzioni con la legge di stabilità, come l’esonero dal versamento del 40 per centodei contributi per due anni per le assunzioni o per le trasformazioni a tempo indeterminato, fino a 3.250 euro all’anno. Le assunzioni agevolate devono quindi avvenire necessariamente entro il 31 dicembre 2016. I lavoratori assunti non devono essere stati occupati nei sei mesi precedenti con un contratto a tempo indeterminato presso un qualsiasi datore di lavoro. Non è inoltre ammissibile il bonus in capo ai contratti di apprendistato e di lavoro domestico, nè è cumulabile il benefit con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti da altre norme.

Altra scadenza per quanto concerne i bonus dell’apprendistato con contratto professionalizzante, i cui contributi vengono pressoché azzerati nelle aziende fino a 9 dipendenti nei primi tre anni, rimanendo ferma l’aliquota contributiva a carico del lavoratore (5,84 per cento). Lo sgravio comporta per il datore di lavoro l’applicazione di un’aliquota dell’1,61 per cento per i primi tre anni e dell’11,61 per cento per i successivi.

Infine, giunge a scadenza il Superbonus Garanzia Giovani, un incentivo economico da 3 mila a 12 mila euro, fruibile in 12 quote mensili, applicabile alle assunzioni a tempo indeterminato (anche in somministrazione) di giovani Neet: il bonus varia a seconda della classe di profilazione assegnata, nell’ambito del programma Garanzia giovani, al soggetto che porta in dote l’agevolazione. Il giovane deve provenire da un percorso di tirocinio attivato entro il 31 gennaio 2016 (il tirocinio può essere in corso ovvero terminato, purché avviato entro tale data).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *